Leadership diffusa: il nuovo leader che cambia

Leadership diffusa: il nuovo leader che cambia

In questi mesi il nostro tessuto aziendale ha dovuto sperimentare direttamente le caratteristiche del così detto sistema VUCA, così come coniato per la prima volta nel 1987 da Warren Bennis e Burt Nanus.

Con tale termine, acronimo di Volatility, Uncertainity, Complixity e Ambiguity, i due economisti hanno descritto condizioni e situazioni in cui si trovano quotidianamente molte aziende che operano in settori particolarmente competitivi.

A seguito dell’emergenza COVID-19, praticamente tutte le organizzazioni hanno dovuto (e dovranno, vedi articolo Corriere della Sera) affrontare una situazione di così elevata incertezza e mutevolezza.

Il risultato è che si sono sperimentati nuovi strumenti e modelli organizzativi. Ma non sempre con buoni risultati. Basti prendere ad esempio l’utilizzo dello smart working. Tale modalità di svolgimento dell’attività lavorativa, volto a favorire al massimo la flessibilità organizzativa del lavoratore, ha notevoli vantaggi. Tuttavia, complice anche l’imposizione forzata dettata dall’emergenza, i risultati non sembrano essere ottimali. Il lavoro da remoto è divenuto il semplice svolgimento dello stesso lavoro, nelle stese modalità, e negli stessi orari (se non superiori) in un ambiente diverso: la propria abitazione. E dopo l’entusiasmo iniziale sono emersi i primi malcontenti da parte degli stessi lavoratori.

Read more

Sospensione e proroga dell’apprendistato

Sospensione e proroga dell’apprendistato

La sospensione e proroga dell’apprendistato è divenuto un fenomeno piuttosto frequente in questo periodo di emergenza COVID-19. Al sopraggiungere dell’emergenza, infatti, molte aziende hanno dovuto fare i conti con la riorganizzazione delle proprie attività dovendo, in molti casi,procedendo alla sua sospensione a causa del lockdown previsto da legislatore. Proprio per la sua natura di carattere prettamente formativo, l’apprendistato necessita di una particolare attenzione nel caso in cui venga sospeso.

Read more

Decreto rilancio: novità per il mondo del lavoro subordinato

Decreto rilancio: novità per il mondo del lavoro subordinato

Il Decreto Rilancio (d.l. 19 maggio 2020, n.34) è l’ennesimo tassello normativo adottato dal Governo italiano al fine di definire le modalità di ripresa della Fase-2. Il legislatore era già intervenuto, dapprima convertendo in legge, con modifiche il Decreto Cura Italia (legge di conversione del 24 aprile 2020, n. 27) e successivamente adottando un ulteriore decreto, il Decreto Ripresa (d.l. 16 maggio 2020, n. 33) contenente “ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19”.

Questi interventi normativi hanno significativamente modificato il sistema di norme che disciplinano aspetti cruciali sia della nostra vita quotidiana nonché quelli più strettamente legati all’ambito lavorativo.

Grazie al Decreto Rilancio, infatti, la c.d. Fase 2 entra nel vivo, con una serie di misure destinate a imprese e cittadini per sostenere tutto il Paese e aiutare la ripresa delle attività

Di seguito proviamo a sintetizzare le novità riguardanti il mondo del lavoro subordinato andando ad analizzare il quadro attuale degli ammortizzatori sociali e di istituti per assenze dal lavoro.

Read more

Cassa integrazione (ordinaria e in deroga) dopo il Decreto Cura Italia

Cassa integrazione (ordinaria e in deroga) dopo il Decreto Cura Italia

Con il recente Decreto Cura Italia (per saperne di più clicca qui) il legislatore è andata a modificare gli ammortizzatori sociali quali Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria (CIGO), Fondo di Integrazione Salariale (FIS) e Cassa Integrazione in deroga (CID).

Il tutto al fine di agevolare l’accesso delle Aziende al loro accesso in questo momento di emergenza sanitaria.

Nella tabella sottostante troverete uno schema riassuntivo dei 3 principali ammortizzatori sociali modificati dal Decreto Cura Italia (D.L. 18 del 17 marzo 2020).

Read more

Decreto Cura Italia: le misure per aziende e famiglie

Decreto Cura Italia: le misure per aziende e famiglie

Con il D.L. n. 18 del 17 marzo 2020, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 18 marzo, il Governo dispone misure urgenti per aiutare l’economia italiana. Il provvedimento, denominato decreto  Cura Italia, seguendo le orme dei precedenti atti (è il 5° Decreto legge ed il 18° atto approvati dal 21 febbraio), si pone l’obiettivo di garantire liquidità a famiglie e aziende che da giorni devono fare i conti con questa emergenza sanitaria.

A tal fine mette sul piatto fondi per circa 25 miliardi (praticamente una finanziaria) e finanziamenti mobilitati per 350 miliardi per coprire le varie misure messe in atto.

Tralasciando alcune previsioni specifiche, prima fra tutte quelle dedicate al rafforzamento del Servizio Sanitario (a cui è dedicato l’intero Titolo I per complessivi 18 articoli del decreto) andiamo a vedere in dettaglio le misure che maggiormente impattano su aziende e famiglie.

Read more